Il Ca’ Ossi Forlì scalda i motori e richiama Giuseppe Barbara

In campo alle 17: Lnp propone l’anticipo delle gare di campionato
agosto 27, 2020
Abbonamenti Forlì: rimborsi possibili, ma Nicosanti chiede uno sforzo comune soietà-tifosi
agosto 30, 2020

Il Ca’ Ossi Forlì scalda i motori e richiama Giuseppe Barbara

Junior Basket Ca’ Ossi Forlì scalda i motori in vista della nuova stagione e aggiorna la propria squadra con l’innesto di nuove figure e un ritorno a sorpresa in città. Confermato Paolo Carasso nel ruolo di referente tecnico ed Elena Mambelli in quello di responsabile della segreteria, Andrea Ruscelli, oltre ad essere nel consiglio della società insieme a Marco Montanari e Davide Compagni, assume l’incarico di referente organizzativo. E sempre nel segno della continuità si pone anche, per quanto concerne il minibasket, l’indicazione, rispettivamente quale referente tecnico e coordinatore, di Mario Santarelli e di Enrico Ruffilli, il quale si occuperà pure del centro estivo per i più piccoli.

La grande novità è il ritorno a Forlì di Giuseppe Barbara. L’ex responsabile del settore giovanile OneTeam, giunto in Romagna quando ancora Ca’ Ossi faceva parte del “soggetto unico”, dopo la scissione e il passaggio sotto l’egida della Pallacanestro 2.015 e di coach Lorenzo Gandolfi delle altre società giovanili forlivesi avvenuto la scorsa estate, è stato ricontattato dai “caossini” e torna al lavoro sotto San Mercuriale. Ricoprirà il ruolo di coordinatore tecnico del settore giovanile.

Mathias Gollinucci, invece, sarà il responsabile del corso estivo di alta specializzazione,dopo essere stato allenatore della squadra under 15 nello scorso campionato. Inoltre, per ogni gruppo è previsto il coinvolgimento di un rappresentante dei genitori, che collaborerà coi vari responsabili per quanto concerne i profili organizzativi e logistici.

Obiettivo primario per la nuova stagione, indicato da Paolo Carasso, è “far crescere ogni tesserato, consentendogli di diventare il miglior giocatore di pallacanestro possibile e di raggiungere la categoria più adatta alle sue potenzialità, dalla Promozione alla serie A. E per fare ciò la preoccupazione primaria non dev’essere quella di vincere a tutti i costi nel breve periodo, ma quella di creare le condizioni per un effettivo processo di maturazione personale e tecnica dei ragazzi“.

Per iniziare il lavoro occorrerà aspettare l’assegnazione delle palestre, che non ha ancora avuto luogo per una serie di problematiche legate all’epidemia di Covid-19 ma che,precisa Andrea Ruscelli, dovrebbe avvenire a breve.

Enrico Pasini
Enrico Pasini
Giornalista pubblicista scrive sul Corriere Romagna dal 1997 occupandosi anche di basket forlivese e romagnolo. Dal 1999 è telecronista delle partite della Fulgor, Fulgor Libertas e Pallacanestro 2.015. Ha condotto Panorama Basket per la prima volta nella primavera del 2013 e poi, stabilmente, dalla stagione 2015-2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *