Il Comune di Forlì dedica una via alla pallacanestro

Baskérs e Artusiana si uniscono nel nome dei giovani: a Forlimpopoli al via un progetto da 100 tesserati
agosto 17, 2020
Cervia/Cesenatico e Nuova Virtus Cesena: il basket femminile romagnolo sancisce un’altra alleanza
agosto 22, 2020

Il Comune di Forlì dedica una via alla pallacanestro

Correva l’estate 2014 e in una Forlì calda, ma stanca e sfiduciata dopo due retrocessioni sul campo (sanate da altrettanti ripescaggi) e abituata a mangiare «pane e cicoria» senza con questo evitare che i soldi per la spesa al grande mercato del basket fossero sempre meno e i debiti accumulati sempre più, comparve l’improbabile terzetto Massimiliano Boccio-Mirela Chirisi-Alberto Bucci.

Per riaccendere il fuoco (dimostratosi ben presto fatuo), di una passione quella sì vera, gli annunci e i proclami si sprecarono. Lasciando per pudore da parte le quotazioni in Borsa, le famigerate Blue Chips e le sfide a distanza intergalattica con Giorgio Armani, un mattino Alberto Bucci disse: «Realizzeremo un grande pannello all’uscita dell’autostrada A14 con su scritto “Forlì Città di Basket”».

Mai visto, ovviamente, ma trascorsi 6 anni quell’idea, riveduta e corretta ma sostanzialmente ripresa nel suo concetto, si fa clamorosamente atto amministrativo e compare nero su bianco in una delibera d’agosto della giunta comunale del sindaco Gian Luca Zattini.

In un lungo elenco di nuove intitolazioni di aree verdi e di circolazione, piazzali, parcheggi e rotatorie stradali, le sorprese non mancano a partire da una strada che per la prima volta non verrà dedicata a un atleta o ad una categoria di sportivi, bensì proprio ad uno sport specifico. Quale? Il basket, ovviamente.

Nasce a Forlì Via della Pallacanestro, «in onore e conferma dell’eccellenza della pallacanestro forlivese, da sempre sport identitario per i forlivesi». Vero, perché nulla come il basket rappresenta la grande e viscerale passione della città e presto sarà evidente anche nella toponomastica, sulla cartellonistica stradale e sulle… mappe di Google.

Via della Pallacanestro ancora non esiste se non nella delibera comunale che la istituisce. Non esiste nel senso che… manca ancora la strada che ne porterà il nome. Questa, però, è nei progetti dell’Amministrazione e sorgerà proprio a pochi passi dal Pala Galassi. Sarà un’arteria tutta nuova e collegherà via Ravegnana (all’altezza della stazione di servizio Eni) alla rotonda di via Punta di Ferro che dà accesso al centro commerciale. Ora, per chi viene dal centro cittadino e dopo via Gramsci e via Bertini imbocca via Punta di Ferro, alla rotonda situata dopo il palasport ha tre opzioni: svoltare per il centro commerciale, imboccare la strada che conduce al casello autostradale o tirare dritto sino a un’altra rotonda sulla Ravegnana. Ebbene, presto ci sarà anche l’opzione di svoltare tutto a sinistra e sbucare sulla Ravegnana più a monte rispetto all’A14. Lo si potrà fare immettendosi in Via della Pallacanestro.

Da una rapida ricerca che abbiamo effettuato, Forlì sarà la seconda città italiana ad avere una strada intitolata alla palla a spicchi. L’altra è Roma dove Via della Pallacanestro esiste e non a caso è al Foro Italico. Altre città? No che ci risulti.

Insomma, quella boutade di Alberto Bucci alla fine si realizzerà. Per ora è un impegno, ma le delibere sono atti vincolanti, piccole “leggi cittadine”, quindi occorrerà attendere che sorga la strada e poi almeno una volta lo sfizio di circolare lungo Via della Pallacanestro tanti forlivesi se lo toglieranno.

Nella stessa delibera il basket è protagonista. Sì, perché al parco di via Dragoni diventa ufficiale la denominazione del suo playground come “Campo Matteo Margheritini”. C’è la targa che lo sancisce, c’è un progetto di riqualificazione in corso (sul quale vi aggiorneremo presto), ma il ricordo del cestista forlivese morto dopo una lunga battaglia contro la leucemia nel 2008, ora diventa atto ufficiale del Comune. L’intitolazione è tale di fatto e per sempre.

Enrico Pasini

Enrico Pasini
Enrico Pasini
Giornalista pubblicista scrive sul Corriere Romagna dal 1997 occupandosi anche di basket forlivese e romagnolo. Dal 1999 è telecronista delle partite della Fulgor, Fulgor Libertas e Pallacanestro 2.015. Ha condotto Panorama Basket per la prima volta nella primavera del 2013 e poi, stabilmente, dalla stagione 2015-2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *